ater per roma

Ater per Roma



COMUNICATO STAMPA

venerdi 28 marzo 2014 Convegno Acquario Romano - Roma


» Presentazione » Ater per roma

UN PROGRAMMA QUADRIENNALE DI 24 PROGETTI, 1082 NUOVE CASE, 4980
RISTRUTTURAZIONI IN 12 QUARTIERI DI ROMA: LA RISPOSTA DELL’ATER
ROMA ALL’EMERGENZA ABITATIVA



logo ater per roma

L’ATER di Roma riprende il suo ruolo storico e la sua missione di protagonista nelle azioni per dare risposta all’emergenza abitativa nella Capitale. In attuazione delle scelte del Piano Regolatore Generale (PRG) l’ATER propone un programma quadriennale di interventi, articolato in 24 progetti per la realizzazione di 1082 nuovi alloggi e il recupero di 4980 abitazioni esistenti in 12 quartieri di Roma. Le risorse finanziarie attualmente disponibili possono coprire la prima annualità. Per le successive tre il fabbisogno è stimato in circa 50 milioni di euro/anno.

Con il Convegno di quest’oggi ATER Roma, proprietaria dei 2/3 del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (ERP) della Capitale, pari a 48 mila alloggi, presenta ai cittadini, agli amministratori, ai decisori politici, agli addetti ai lavori, un pacchetto di progetti, elaborati in gran parte dal Servizio Nuovi Interventi dell’Ater stessa e, in qualche caso, con il contributo di professionisti esterni. I progetti, tutti in aree e immobili di proprietà dell’ATER già trasformabili di PRG, offrono soluzioni con interventi che non prevedono ulteriore consumo di suolo, ispirati ai principi di rigenerazione urbana e alla riqualificazione del territorio, e che concorrono a migliorare la qualità ambientale e della vita sociale.

I nuovi alloggi hanno tagli medio piccoli, adeguati alla domanda attuale, con caratteristiche costruttive che rispondono alle innovazioni legislative regionali per il risparmio energetico e per il riuso dei sottotetti e dei piani pilotis. Tutti gli interventi sono attuabili senza disagi per i residenti. istituzionali dell'Azienda siano, nel nostro caso, i cittadini romani:
Le tipologie di intervento previste dai progetti includono il completamento di strutture rimaste incompiute e oramai fatiscenti, il recupero edilizio con l’efficientamento energetico e l’abbattimento delle barriere architettoniche, la demolizione/ricostruzione, il cambio di destinazione d’uso di edifici e terreni secondo le norme vigenti e la realizzazione di nuovi complessi edilizi.

Tutti i progetti sono definiti negli aspetti tecnico-costruttivi, disponibilità delle aree, e per gran parte anche nei costi all’attuale livello di progettazione. Alcuni, e segnatamente gli interventi di Primavalle finanziati dal contratto di quartiere II, sono pronti per la consegna dei cantieri alle imprese, per altri ancora parzialmente finanziati, una volta assicurata la copertura, sono immediatamente avviabili le procedure di affidamento dei lavori.
“Con la presentazione di questi progetti” hanno dichiarato Daniel Modigliani Commissario straordinario e Claudio Rosi Direttore Generale dell’ATER di Roma, “intendiamo riprendere la missione dell’Azienda verso la risoluzione del problema della casa a Roma, in piena collaborazione con tutte le istituzioni coinvolte. Si presenta oggi il frutto di un lungo lavoro di ricerca e progettazione che ha visto protagoniste le strutture professionali dell’azienda e del Comune impegnate insieme per garantire l’attuazione dell’intero programma.”

» Presentazione » Ater per romaTorna su