Cambio consensuale tra alloggi Ater del Comune di Roma




» Come fare per » Modulistica » Cambio consensuale

Il Regolamento Regionale 2/2000, all'art. 25, comma 1, lettera a) prevede che nella gestione della mobilità degli alloggi, l'Ente gestore favorisca i cambi consensuali tra assegnatari regolari per i seguenti motivi:

  • sovra/sottoaffollamento;
  • gravi motivi documentati (gravi necessità);
  • esigenze di avvicinamento al posto di lavoro.


Gli assegnatari interessati devono essere in regola nei pagamenti dei canoni e oneri accessori e devono congiuntamente formulare istanza di cambio consensuale tra i due alloggi Ater del Comune di Roma. L'Ente, all'esito delle verifiche contabili ed amministrative, comunicherà con nota scritta ai richiedenti, l'autorizzazione o meno al cambio consensuale. Si fa presente che un eventuale cambio effettuato prima dell'autorizzazione, comporterà la decadenza automatica dall'assegnazione e l'avvio delle procedure di ripresa in consegna dell'alloggio; con l'autorizzazione al cambio consensuale gli alloggi che ne sono oggetto sono automaticamente esclusi dai piani di cessione attuali, con la conseguente perdita del diritto all'acquisto da parte dei due richiedenti.



Il modulo può essere stampato e compilato manualmente. L'istanza dovrà essere trasmessa a mezzo posta raccomandata A/R e La invitiamo a verificare:

  • 1. i dati identificativi dell'alloggio (che sono indicati sulla bolletta del canone);
  • 2. di aver apposto in calce al modulo la data e la firma leggibile;
  • 3. di aver inserito la copia di un documento di identità in corso di validità;
  • 4. di aver inserito un numero di telefono al quale essere ricontattato.

Le istanze incomplete non potranno dare seguito alla conseguente definizione dell'istruttoria. Gli indirizzi degli Uffici amministrativi di competenza ai quali inviare le istanze sono disponibili nella sezione Dove siamo



istanza-di-cambio-alloggio-consensuale (115 kB)